Sui meccanismi che governano il creep secondario