Il carteggio tra Ottilie von Goethe e Giuseppe Valentinelli