Prime osservazioni sui contratti collettivi successivi alla riforma del mercato del lavoro del 2003