Un nuovo protagonista per la scultura tardogotica padana: Alberto da Campione tra Como, Milano e Bologna