L'articolo tratta della regolamentazione giuridica del contratto di viaggio, dalla Convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio ( CCV ) ai contratti di viaggio "tutto compreso" (Dlgs. 111/1995). Individuata la fattispecie "viaggio" e sintetizzato il dibattito dottrinale e giurisprudenziale su di essa, vengono analizzati gli elementi peculiari del contratto. Particolare attenzione è riservata all'oggetto del contratto che con locuzione empirica, ma espressiva, la legge definisce "paccheto turistico": dei due termini, il sostantivo (pacchetto) rende bene l’immagine di un contenitore nel quale confluiscono e sono combinati insieme piu` elementi eterogenei che, proprio nel loro collegamento strutturale e funzionale, danno luogo ad una unità organica. L’aggettivo serve a qualificare il sostantivo in senso finalistico, chiarendo che il pacchetto è formato per il perseguimento di uno scopo « turistico », quale appunto si realizza mediante « i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso ». Il pacchetto è in sostanza considerato come una autonoma entità : risultante non dalla somma ma dalla sintesi unitaria dei vari elementi che, combinati insieme, diventano parti di un tutto. Ed è questo il « bene » che forma oggetto di scambio, non già le singole prestazioni in esso comprese come suoi elementi.

I CONTRATTI DI VIAGGIO "TUTTO COMPRESO"

LA TORRE, Maria Enza
1996-01-01

Abstract

L'articolo tratta della regolamentazione giuridica del contratto di viaggio, dalla Convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio ( CCV ) ai contratti di viaggio "tutto compreso" (Dlgs. 111/1995). Individuata la fattispecie "viaggio" e sintetizzato il dibattito dottrinale e giurisprudenziale su di essa, vengono analizzati gli elementi peculiari del contratto. Particolare attenzione è riservata all'oggetto del contratto che con locuzione empirica, ma espressiva, la legge definisce "paccheto turistico": dei due termini, il sostantivo (pacchetto) rende bene l’immagine di un contenitore nel quale confluiscono e sono combinati insieme piu` elementi eterogenei che, proprio nel loro collegamento strutturale e funzionale, danno luogo ad una unità organica. L’aggettivo serve a qualificare il sostantivo in senso finalistico, chiarendo che il pacchetto è formato per il perseguimento di uno scopo « turistico », quale appunto si realizza mediante « i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso ». Il pacchetto è in sostanza considerato come una autonoma entità : risultante non dalla somma ma dalla sintesi unitaria dei vari elementi che, combinati insieme, diventano parti di un tutto. Ed è questo il « bene » che forma oggetto di scambio, non già le singole prestazioni in esso comprese come suoi elementi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/1843896
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact