Nel quadro delle ricerche sulla ceramica antica, il presente studio affronta alcune problematiche attinenti il tema della specificità culturale delle colonie greche dell’Italia meridionale e della Sicilia in età arcaica e classica. Fino a non molto tempo fa, gli studiosi ritenevano che le colonie non possedessero produzioni ceramiche proprie e che i materiali rinvenuti negli scavi fossero importati dalla Grecia. Oggi l’esistenza di officine coloniali si considera certa, ma d’altra parte, volendo puntare ad una definizione quanto più possibile precisa di ciascun centro di produzione, si ritiene indispensabile un approccio multidisciplinare alla problematica, mediante il ricorso alle analisi archeometriche. Allo scopo di fare luce in particolare sulle fabbriche della Sicilia, in questo studio si è creduto opportuno prendere in esame due aree campione, lontane tra loro ma molto significative dal punto di vista dell’evidenza archeologica: la cuspide nord-orientale dell’Isola, vale a dire l’area messinese, e la costa meridionale, cioè l’area geloo-agrigentina. I campioni ceramici, accuratamente selezionati fra le classi caratterizzate da diversa granulometria (ceramica fine e medio-grossolana, laterizi), sono stati sottoposti ad analisi petrografiche e chimico-fisiche, insieme con gruppi di campioni di riferimento (sedimenti argillosi e manufatti di sicura produzione locale, provenienti da impianti artigianali antichi e moderni). I risultati ottenuti hanno consentito di mettere a confronto le ceramiche delle due aree, che si sono rivelate molto diverse tra loro, con una forte specificità delle produzioni della zona messinese e, di contro, una sostanziale omogeneità di quelle della zona geloo-agrigentina.

Archaeometric analyses on ceramics from Sicilian Greek colonies: a contribution to the knowledge of Messina, Gela and Agrigento production

BRANCA, Caterina;CRUPI, Vincenza;MAJOLINO, Domenico;SPAGNOLO, Grazia Vera Maria;
2004

Abstract

Nel quadro delle ricerche sulla ceramica antica, il presente studio affronta alcune problematiche attinenti il tema della specificità culturale delle colonie greche dell’Italia meridionale e della Sicilia in età arcaica e classica. Fino a non molto tempo fa, gli studiosi ritenevano che le colonie non possedessero produzioni ceramiche proprie e che i materiali rinvenuti negli scavi fossero importati dalla Grecia. Oggi l’esistenza di officine coloniali si considera certa, ma d’altra parte, volendo puntare ad una definizione quanto più possibile precisa di ciascun centro di produzione, si ritiene indispensabile un approccio multidisciplinare alla problematica, mediante il ricorso alle analisi archeometriche. Allo scopo di fare luce in particolare sulle fabbriche della Sicilia, in questo studio si è creduto opportuno prendere in esame due aree campione, lontane tra loro ma molto significative dal punto di vista dell’evidenza archeologica: la cuspide nord-orientale dell’Isola, vale a dire l’area messinese, e la costa meridionale, cioè l’area geloo-agrigentina. I campioni ceramici, accuratamente selezionati fra le classi caratterizzate da diversa granulometria (ceramica fine e medio-grossolana, laterizi), sono stati sottoposti ad analisi petrografiche e chimico-fisiche, insieme con gruppi di campioni di riferimento (sedimenti argillosi e manufatti di sicura produzione locale, provenienti da impianti artigianali antichi e moderni). I risultati ottenuti hanno consentito di mettere a confronto le ceramiche delle due aree, che si sono rivelate molto diverse tra loro, con una forte specificità delle produzioni della zona messinese e, di contro, una sostanziale omogeneità di quelle della zona geloo-agrigentina.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/1890320
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 2
social impact