“Guigemar”: poetica dell’oscurità e tessitura del racconto