Autonomia e dignità della persona alla fine della vita: chi decide?