Prime note sul riordino della dirigenza statale