La conferma e le figure cc.dd. 'negative': spunti per un comune inquadramento teorico