L’approdo che non c’è. L’itinerario filosofico di Giuseppe Rovella.