Uno spazio per abitare il conflitto