DALLA SCUOLA DI MESSINA UN CONTRIBUTO PER L’EUROPA