Memoria della finzione e autobiografia della cattiva coscienza, da Italo Svevo a Beniamino Joppolo