Il terreno della lotta alla mafia è come un campo minato dove il minimo errore, la più lieve divergenza dal percorso indicato dagli artificieri, rischia di far esplodere una bomba sotto i piedi dell’inconsapevole passante. È con questa consapevolezza – che suscita, al tempo stesso, un sentimento misto tra inquietudine e curiosità – che il giurista si accosta all’analisi di quei fenomeni, inediti e problematici, che l’analisi socio-economica del fenomeno mafioso gli pone dinnanzi1. La prevenzione patrimoniale ed il contrasto alla criminalità organizzata sul versante del criminal-profit leverage, rappresenta, appunto, uno di quei confini del diritto, quasi del tutto inesplorati, verso cui è pericoloso, ma indubbiamente esaltante, orientare la ricerca. Il moderno diritto antimafia ha un doppelten Zweck: da un lato, l’insopprimibile esigenza di contrasto del fenomeno criminogeno – da attuarsi mediante l’impiego di procedure (a carattere preventivo e/o ablativo) idonee a sottrarre alla disponibilità degli affiliati ai clan malavitosi la gestione di vaste aree industriali e delle correlate ingenti fortune – e, dall’altro, la “salvaguardia” di quanto di economicamente vantaggioso sia stato comunque realizzato attraverso l’investimento ed il reimpiego di proventi illeciti.

Brevi note in tema di trust (anti)-antimafia, ovvero: la segregazione dei beni in frode alla legge.

MARCHESE, ALBERTO
2013

Abstract

Il terreno della lotta alla mafia è come un campo minato dove il minimo errore, la più lieve divergenza dal percorso indicato dagli artificieri, rischia di far esplodere una bomba sotto i piedi dell’inconsapevole passante. È con questa consapevolezza – che suscita, al tempo stesso, un sentimento misto tra inquietudine e curiosità – che il giurista si accosta all’analisi di quei fenomeni, inediti e problematici, che l’analisi socio-economica del fenomeno mafioso gli pone dinnanzi1. La prevenzione patrimoniale ed il contrasto alla criminalità organizzata sul versante del criminal-profit leverage, rappresenta, appunto, uno di quei confini del diritto, quasi del tutto inesplorati, verso cui è pericoloso, ma indubbiamente esaltante, orientare la ricerca. Il moderno diritto antimafia ha un doppelten Zweck: da un lato, l’insopprimibile esigenza di contrasto del fenomeno criminogeno – da attuarsi mediante l’impiego di procedure (a carattere preventivo e/o ablativo) idonee a sottrarre alla disponibilità degli affiliati ai clan malavitosi la gestione di vaste aree industriali e delle correlate ingenti fortune – e, dall’altro, la “salvaguardia” di quanto di economicamente vantaggioso sia stato comunque realizzato attraverso l’investimento ed il reimpiego di proventi illeciti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/2624369
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact