L’a. si sofferma sulle due formule pronunciate dal mancipio dans e dal mancipio accipiens, riferite da Gaio nel § 104 del II libro delle sue Institutiones, concludendo che sia l’una che l’altra sono da collegare esclusivamente al nuovo tipo di testamento, il testamentum per aes et libram, che si presenta come un “atto complesso”, comprendente da un lato la mancipatio e dall’altro la nuncupatio.

Ancora qualche precisazione sul formulario del "testamentum per aes et libram"

COPPOLA, Giovanna
2014

Abstract

L’a. si sofferma sulle due formule pronunciate dal mancipio dans e dal mancipio accipiens, riferite da Gaio nel § 104 del II libro delle sue Institutiones, concludendo che sia l’una che l’altra sono da collegare esclusivamente al nuovo tipo di testamento, il testamentum per aes et libram, che si presenta come un “atto complesso”, comprendente da un lato la mancipatio e dall’altro la nuncupatio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/2648571
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact