Nel fango della storia: Annibale di Francia, Avignone e la modernità