Nel secondo dei due carmi inseriti in Sid. ep. 9.13 l’uso del dimetro ionico a minore anaclastico sollecita una nuova indagine sul possibile inlusso del corpus Anacreon­teum e dei pur esigui carmi latini scritti in questo raro verso. Ad emergere è la sagacia del poeta gallico, che, potendo contare solo su un modesto contributo da parte della tradizione greca e latina, sceglie di trattare l’anacreonteo come un colon dell’endecasillabo falecio (sulla scorta di una teoria metrica ben attestata dai grammatici antichi) per poter sfruttare una rodata topica versificatoria. Nasce così una delle nugae più affascinanti di Sidonio, in cui l’agilità degli ionici si rivela compatibile con una rafinata strategia retorica, intertestuale e metaletteraria.

Dal novum al notum: gli anacreontei di Sidonio Apollinare

ONORATO, Marco
2017

Abstract

Nel secondo dei due carmi inseriti in Sid. ep. 9.13 l’uso del dimetro ionico a minore anaclastico sollecita una nuova indagine sul possibile inlusso del corpus Anacreon­teum e dei pur esigui carmi latini scritti in questo raro verso. Ad emergere è la sagacia del poeta gallico, che, potendo contare solo su un modesto contributo da parte della tradizione greca e latina, sceglie di trattare l’anacreonteo come un colon dell’endecasillabo falecio (sulla scorta di una teoria metrica ben attestata dai grammatici antichi) per poter sfruttare una rodata topica versificatoria. Nasce così una delle nugae più affascinanti di Sidonio, in cui l’agilità degli ionici si rivela compatibile con una rafinata strategia retorica, intertestuale e metaletteraria.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Dal novum al notum gli anacreontei di Sidonio Apollinare.pdf

solo gestori archivio

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.03 MB
Formato Adobe PDF
1.03 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3108615
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact