Giovanni di Pietro da Napoli e Martino di Bartolomeo "in compagnia" nella Pisa di primo Quattrocento (con un accenno alle tele che fingevano affreschi)