La «Nunciata» e l’«Agnolo» del duomo di Siena: documenti su due sculture dipinte perdute