Introduzione. Numerosi studi hanno evidenziatola presenza di ansia, depressione e rabbia nei soggetti cefalalgici, tuttavia i risultati non sempre sono coerenti. Lo scopo del presente lavoro è quello di esplorare la relazione fra le diverse componenti della rabbia, il livello di depressione e l’ansia di tratto e di stato, e i parametri diagnostici quali frequenza e durata degli attacchi. Materiali e metodi. Ottanta pazienti afferenti al Centro Cefalee del Policlinico Universitario G. Martino di Messina, di età compresa fra i 16 e i 70 anni (M=40,60; DS=14,64) sono stati valutati con lo State-Trait Anger Expression Inventory (STAXI-2), lo State-Trait Anxiety Inventory (STAI) e la Beck Depression Inventory (BDI). Risultati. I risultati mostrano che vi è una relazione significativa positiva tra espressione della rabbia all’interno e durata dell’attacco (r=,488; p<,021) e tra il grado di depressione e la frequenza degli attacchi (r=,323; p<,045). Conclusione. È possibile ipotizzare che trattamenti psicologici e psichiatrici mirati potrebbero influire direttamente sulla sintomatologia, migliorando la qualità di vita dei pazienti. [Introduction. Several studies highlighted the presence of anxiety, depression and anger in headache patients, however the results are not always consistent. The aim of this work was to explore the link between the different components of anger, the level of depression, trait and state anxiety, and the diagnostic parameters such as frequency and duration of the headache attacks. Materials and methods. Eighty patients referred to the Headache center of Messina University Hospital G. Martino, aged between 16 and 70 years (M=40.60; DS=14.64) were evaluated with the State-Trait Anger Expression Inventory (STAXI-2), the State-Trait Anxiety Inventory (STAI), and the Beck Depression Inventory (BDI). Results. Findings showed a significant positive relation between anger expression-in and the duration of the attacks (r=.488; p<.021) and between the level of depression and the frequency of the attacks (r=.323; p<.045). Conclusion. It is possible to suppose that targeted psychological and psychiatric treatments might directly affect on the symptomatology, improving the quality of life of patients.]

Le emozioni negative nei soggetti cefalalgici [ Negative emotions in headache patients ]

Rizzo, A.;Muscatello, M. R. A.
;
Autunno, M.;Pandolfo, G.;Zoccali, R. A.;Bruno, A.
Ultimo
2018

Abstract

Introduzione. Numerosi studi hanno evidenziatola presenza di ansia, depressione e rabbia nei soggetti cefalalgici, tuttavia i risultati non sempre sono coerenti. Lo scopo del presente lavoro è quello di esplorare la relazione fra le diverse componenti della rabbia, il livello di depressione e l’ansia di tratto e di stato, e i parametri diagnostici quali frequenza e durata degli attacchi. Materiali e metodi. Ottanta pazienti afferenti al Centro Cefalee del Policlinico Universitario G. Martino di Messina, di età compresa fra i 16 e i 70 anni (M=40,60; DS=14,64) sono stati valutati con lo State-Trait Anger Expression Inventory (STAXI-2), lo State-Trait Anxiety Inventory (STAI) e la Beck Depression Inventory (BDI). Risultati. I risultati mostrano che vi è una relazione significativa positiva tra espressione della rabbia all’interno e durata dell’attacco (r=,488; p<,021) e tra il grado di depressione e la frequenza degli attacchi (r=,323; p<,045). Conclusione. È possibile ipotizzare che trattamenti psicologici e psichiatrici mirati potrebbero influire direttamente sulla sintomatologia, migliorando la qualità di vita dei pazienti. [Introduction. Several studies highlighted the presence of anxiety, depression and anger in headache patients, however the results are not always consistent. The aim of this work was to explore the link between the different components of anger, the level of depression, trait and state anxiety, and the diagnostic parameters such as frequency and duration of the headache attacks. Materials and methods. Eighty patients referred to the Headache center of Messina University Hospital G. Martino, aged between 16 and 70 years (M=40.60; DS=14.64) were evaluated with the State-Trait Anger Expression Inventory (STAXI-2), the State-Trait Anxiety Inventory (STAI), and the Beck Depression Inventory (BDI). Results. Findings showed a significant positive relation between anger expression-in and the duration of the attacks (r=.488; p<.021) and between the level of depression and the frequency of the attacks (r=.323; p<.045). Conclusion. It is possible to suppose that targeted psychological and psychiatric treatments might directly affect on the symptomatology, improving the quality of life of patients.]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Articoli originali - Rizzo.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 106.48 kB
Formato Adobe PDF
106.48 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3128532
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 1
  • Scopus 2
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact