Il clero siciliano tra rigore religioso e credo rivoluzionario (1820-1821)