La legge di Grassmann in greco come regola morfologica