Letteratura e Diritto: Il caso italiano