La Kaiserchronik e la perdita della tradizione germanica