Lo scritto affronta il tema delle scelte di fine vita dopo la sentenza n. 242/2019 della Corte costituzionale italiana, che ha dichiarato l'incostituzionalità parziale della disposizione che vieta l'aiuto al suicidio (art. 580 c.p.). L'Autore analizza la nuova sentenza della Corte costituzionale confrontandola con la precedente ordinanza n. 207/2018 e sostiene che il ruolo del legislatore nella regolamentazione delle questioni "eticamente sensibili" è ormai da considerarsi sussidiario.

L’epilogo giudiziario della vicenda Cappato e il ruolo "sussidiario" del legislatore nella disciplina delle questioni "eticamente sensibili"

Licastro Angelo
2020

Abstract

Lo scritto affronta il tema delle scelte di fine vita dopo la sentenza n. 242/2019 della Corte costituzionale italiana, che ha dichiarato l'incostituzionalità parziale della disposizione che vieta l'aiuto al suicidio (art. 580 c.p.). L'Autore analizza la nuova sentenza della Corte costituzionale confrontandola con la precedente ordinanza n. 207/2018 e sostiene che il ruolo del legislatore nella regolamentazione delle questioni "eticamente sensibili" è ormai da considerarsi sussidiario.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
A. LICASTRO L'epilogo giudiziario della vicenda Cappato.pdf

solo gestori archivio

Descrizione: File edito dalla rivista
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 129.71 kB
Formato Adobe PDF
129.71 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3150980
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact