Prove di conciliazione tra approccio storico ed estetico-cognitivo (nell’analisi filmica). «Il ferroviere» (1956) di Pietro Germi,