L'eros e il desiderio. Tradurre l'intraducibile?