L'esegesi antica e bizantina tra scoliastica e lessicografia. A proposito di due recenti pubblicazioni