Urbanscapes e memoria dei luoghi: un ritratto (geo)letterario di Catania