La Corte di Cassazione ribadisce l’orientamento restrittivo che esclude la rilevanza penale della coltivazione ‘‘domestica’’ di cannabis solo se dalle piante non possa essere ricavato ‘‘un prodotto che abbia capacita` stupefacente’’. Nello stesso tempo riconosce, in linea di principio, la possibilita` di applicare ai fatti di coltivazione di lieve entita` ex art. 73, 5º comma, D.Lgs. n. 309/ 1990, la causa di non punibilita` della ‘‘particolare tenuita` del fatto’’ prevista dall’art. 131 bis c.p., spingendosi ad affermare chesaranno riconducibili a tale previsione tutti i casi precedentemente risolti con una valutazione di concreta (in)offensivita` del fatto. E` una sovrapposizione tra ‘‘inoffensivita` ’’ e ‘‘tenuita` del fatto’’ suscettibile di critiche su un piano teorico generale e che rischia di tradursi – nel caso di specie – in un irrigidimento del trattamento repressivo. Cio` anche in considerazione delle difficolta` di applicare l’istituto della ‘‘particolare tenuita` del fatto’’ in un settore – quello della produzione e del consumo di sostanze stupefacenti – in cui – come dimostra il caso di specie – la ‘‘abitualita` del comportamento’’ e` un’eventualita` niente affatto remota.

La coltivazione ‘‘domestica’’ di cannabis tra (in)offensivita` e particolare tenuita` del fatto

LA ROSA, Emanuele
2016

Abstract

La Corte di Cassazione ribadisce l’orientamento restrittivo che esclude la rilevanza penale della coltivazione ‘‘domestica’’ di cannabis solo se dalle piante non possa essere ricavato ‘‘un prodotto che abbia capacita` stupefacente’’. Nello stesso tempo riconosce, in linea di principio, la possibilita` di applicare ai fatti di coltivazione di lieve entita` ex art. 73, 5º comma, D.Lgs. n. 309/ 1990, la causa di non punibilita` della ‘‘particolare tenuita` del fatto’’ prevista dall’art. 131 bis c.p., spingendosi ad affermare chesaranno riconducibili a tale previsione tutti i casi precedentemente risolti con una valutazione di concreta (in)offensivita` del fatto. E` una sovrapposizione tra ‘‘inoffensivita` ’’ e ‘‘tenuita` del fatto’’ suscettibile di critiche su un piano teorico generale e che rischia di tradursi – nel caso di specie – in un irrigidimento del trattamento repressivo. Cio` anche in considerazione delle difficolta` di applicare l’istituto della ‘‘particolare tenuita` del fatto’’ in un settore – quello della produzione e del consumo di sostanze stupefacenti – in cui – come dimostra il caso di specie – la ‘‘abitualita` del comportamento’’ e` un’eventualita` niente affatto remota.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3203897
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact