il reato di immigrazione clandestina è la figura più rappresentativa della deriva securitaria che caratterizza il diritto penale degli ultimi anni. Vengono esaminati i problemi di incompatibilità con il principio di offensività e il profilo dell'ineffettività della sanzione. Dopo il fallimento del tentativo di depenalizzazione del reato nel 2016, i successivi interventi legislativi hanno via via confermato la tendenza securitaria con i decreti sicurezza. Vengono indicati infine alcuni rimedi per migliorare la gestione dei flussi migratori.

Il reato di immigrazione clandestina, tra (in)effettività e simbolismo

collica
2020

Abstract

il reato di immigrazione clandestina è la figura più rappresentativa della deriva securitaria che caratterizza il diritto penale degli ultimi anni. Vengono esaminati i problemi di incompatibilità con il principio di offensività e il profilo dell'ineffettività della sanzione. Dopo il fallimento del tentativo di depenalizzazione del reato nel 2016, i successivi interventi legislativi hanno via via confermato la tendenza securitaria con i decreti sicurezza. Vengono indicati infine alcuni rimedi per migliorare la gestione dei flussi migratori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3203907
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact