Il lavoro analizza la sentenza della Corte di Giustizia del 22 gennaio 2019 riguardo il principio di non discriminazione. Ripercorrendo la giurisprudenza di Lussemburgo sull'effetto diretto nelle controversie orizzontali, si evidenzia il progressivo emergere della Carta di Nizza, ormai principale parametro di legittimità nelle decisioni della Corte.

La prima volta non si scorda mai: le sentenze “additive di prestazione” approdano a Lussemburgo (a margine della decisione della Corte di Giustizia nel caso Cresco Investigation)

Francesco Torre
2021

Abstract

Il lavoro analizza la sentenza della Corte di Giustizia del 22 gennaio 2019 riguardo il principio di non discriminazione. Ripercorrendo la giurisprudenza di Lussemburgo sull'effetto diretto nelle controversie orizzontali, si evidenzia il progressivo emergere della Carta di Nizza, ormai principale parametro di legittimità nelle decisioni della Corte.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3213402
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact