Oltre un mondo di consumatori e di “soci”: una riflessione sull’enciclica Fratelli tutti