Lo svelamento morfologico delle note di Wittgenstein sul “Ramo d’oro”. Un trampolino intertestuale