Oltre alle testimonianze di coloro che testimoniarono con l'esilio la loro irriducibile avversione al fascismo, la memorialistica sul fuoruscitismo presenta anche ricostruzioni operate da soggetti che non solo abbandonarono il campo dell'antifascismo ma aspramente polemizzarono con gli ex compagni di lotta. In aggiunta ad essi gli scritti di agenti provocatori infiltratisi negli ambienti antifascisti e le "inchieste" di giornalisti di regime.

Le memorie "altre" dell'esilio antifascista: "ravveduti", agenti provocatori, libellisti di regime

Fedele Santi
2021

Abstract

Oltre alle testimonianze di coloro che testimoniarono con l'esilio la loro irriducibile avversione al fascismo, la memorialistica sul fuoruscitismo presenta anche ricostruzioni operate da soggetti che non solo abbandonarono il campo dell'antifascismo ma aspramente polemizzarono con gli ex compagni di lotta. In aggiunta ad essi gli scritti di agenti provocatori infiltratisi negli ambienti antifascisti e le "inchieste" di giornalisti di regime.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3218620
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact