Quella tra alimentazione e cambiamenti climatici è una relazione complessa di causa-effetto, trattandosi di due sistemi interconnessi che evolvono nel tempo originando reciproche pressioni. È indubbio che cambiamenti a lungo termine di temperatura e eventi meteorologici estremi impattino negativamente sulla produttività agricola e sulla qualità nutrizionale delle colture alimentari, intensificando i rischi di instabilità di un sistema alimentare globale già messo a dura prova dalla crescente domanda di cibo di una popolazione che, entro il 2050, si stima raggiungerà probabilmente quasi i dieci miliardi di persone. D’altro canto, però, il sistema alimentare (agricoltura industriale, allevamento intensivo di bestiame, deforestazione, processi di distribuzione delle merci prodotte) contribuisce non poco ai cambiamenti climatici, generando circa un terzo delle emissioni globali di gas a effetto serra. È, dunque, evidente che non si possa immaginare di realizzare alcuna strategia climatica senza ripensare a una modifica dell’intero sistema alimentare in modo da proiettarlo verso un sistema “climate-smart” in grado di fronteggiare gli impatti dei cambiamenti climatici su ognuno dei quattro pilastri della sicurezza alimentare.

Diritto al cibo e cambiamenti climatici: quale futuro per la sicurezza alimentare globale?

lupo Antonietta
2022

Abstract

Quella tra alimentazione e cambiamenti climatici è una relazione complessa di causa-effetto, trattandosi di due sistemi interconnessi che evolvono nel tempo originando reciproche pressioni. È indubbio che cambiamenti a lungo termine di temperatura e eventi meteorologici estremi impattino negativamente sulla produttività agricola e sulla qualità nutrizionale delle colture alimentari, intensificando i rischi di instabilità di un sistema alimentare globale già messo a dura prova dalla crescente domanda di cibo di una popolazione che, entro il 2050, si stima raggiungerà probabilmente quasi i dieci miliardi di persone. D’altro canto, però, il sistema alimentare (agricoltura industriale, allevamento intensivo di bestiame, deforestazione, processi di distribuzione delle merci prodotte) contribuisce non poco ai cambiamenti climatici, generando circa un terzo delle emissioni globali di gas a effetto serra. È, dunque, evidente che non si possa immaginare di realizzare alcuna strategia climatica senza ripensare a una modifica dell’intero sistema alimentare in modo da proiettarlo verso un sistema “climate-smart” in grado di fronteggiare gli impatti dei cambiamenti climatici su ognuno dei quattro pilastri della sicurezza alimentare.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
diritto al cibo e cambiamenti climatici.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Diritto al cibo e cambiamenti climatici
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 314.88 kB
Formato Adobe PDF
314.88 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11570/3239630
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact