Dignità della persona ed eutanasia:le ragioni del sì