L’obiettivo di questo saggio è provare a raccontare la condizione dell’afasico con un approccio “personalistico”, con uno stile che ricordi quello dello scienziato “romantico”, per usare un’espressione adottata da Alexander Lurija, il padre della neuropsicologia. Le afasie in genere sono oggetto di trattazioni clinico-specialistiche astratte, disincarnate e spersonalizzate dove la malattia è considerata un insieme di dati clinici comuni a più casi. Tralasciando dunque i dati clinici e neuropsicologici prodotti dalla “medicina basata sulle evidenze”, seppure importanti per comprendere i risvolti linguistici e cognitivi di questa condizione patologica, ci soffermeremo sulla fenomenologia dell’afasia e in particolare sull’ascolto dei suoi diretti testimoni, per cercare di comprendere com’è cambiata l’esistenza della persona a seguito della malattia. Riconoscere il valore dei vissuti patologici, superando un approccio riduzionista, astratto e distaccato alla malattia, consente di restituire alla persona quella complessità biologica, psicologica e sociale che le è propria.

Ferite del linguaggio. Un approccio "personalistico" alla comprensione dell'afasia.

Cavalieri, Rosalia
2017

Abstract

L’obiettivo di questo saggio è provare a raccontare la condizione dell’afasico con un approccio “personalistico”, con uno stile che ricordi quello dello scienziato “romantico”, per usare un’espressione adottata da Alexander Lurija, il padre della neuropsicologia. Le afasie in genere sono oggetto di trattazioni clinico-specialistiche astratte, disincarnate e spersonalizzate dove la malattia è considerata un insieme di dati clinici comuni a più casi. Tralasciando dunque i dati clinici e neuropsicologici prodotti dalla “medicina basata sulle evidenze”, seppure importanti per comprendere i risvolti linguistici e cognitivi di questa condizione patologica, ci soffermeremo sulla fenomenologia dell’afasia e in particolare sull’ascolto dei suoi diretti testimoni, per cercare di comprendere com’è cambiata l’esistenza della persona a seguito della malattia. Riconoscere il valore dei vissuti patologici, superando un approccio riduzionista, astratto e distaccato alla malattia, consente di restituire alla persona quella complessità biologica, psicologica e sociale che le è propria.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ferite del linguaggio Versus.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 181.64 kB
Formato Adobe PDF
181.64 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11570/3111736
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact