Su alcuni contributi filosofico-linguistici alle dottrine dell'afasia